Coltivare il conflitto. Trasformare il conflitto in occasione di apprendimento.

5 – 6 Luglio 2019 – Monselice (PD)

Che cosa ci succede quando entriamo in situazioni di conflitto? Quanto sappiamo stare nel conflitto?La competenza conflittuale è, molto probabilmente, la più complessa e trascurata fra le competenze trasversali. Per molti, il conflitto è semplicemente qualcosa da risolvere velocemente.

Lavoreremo sulle dinamiche oppositive, sia nel caso ci coinvolgano direttamente sia quando persone o gruppi del nostro team. Impareremo a guardare al conflitto come ad una buona opportunità per conoscere sé stessi e gli altri. Come ad una condizione da esplorare e non da evitare. Ragioneremo della differenza fra conflitto e violenza e sulle possibilità di rimanere nel conflitto per coltivarlo e farne qualcosa di buono.

 

Durante i due giorni di campus alterneremo momenti teorici a esperienze pratiche in natura, in modo da supportare un processo di riflessione autentico e personalizzato sul tema.

Temi:

  • Cooperazione e opposizione: le due facce del lavoro in team.
  • La differenza fra conflitto e violenza
  • La domanda come strumento di esplorazione e gestione del conflitto
  • La leadership di fronte al conflitto: atteggiamenti e strategie.

FORMATORE A-SAFE:

reato

TOMMASO REATO

Per dieci anni giocatore di rugby a livello nazionale, una laurea in filosofia e un master internazionale sull’apprendimento esperienziale. Progetta e conduce percorsi formativi rivolti a imprese, scuole e società sportive privilegiando un approccio esperienziale-riflessivo e valorizzando il contesto outdoor come catalizzatore d’apprendimento.

ISCRIZIONE:

Quota giornata di Formazione esperienziale: Euro 183,00 (Euro 150,00 +22 %)